Descrizione Progetto

Roma – Verona – Gardaland – Ferrara – Sirmione – Roma

Programma

1° Giorno:

  • Partenza in pullman G.T. dinanzi alla scuola.
  • Lungo il viaggio sosta per il pranzo al sacco a carico dei partecipanti.
  • Arrivo a Verona e visita della città. Consigliamo: la chiesa di S. Zeno, capolavoro dell’architettura romanica italiana, famosa soprattutto per il portale bronzeo con storie del Santo, per i rilievi della facciata e per il celebre trittico del Mantegna con Madonna e SantiCastelvecchio, oggi sede del Museo Civico, un tempo residenza e castello degli Scaligeri affacciato su un’ ansa dell’Adige; l’Arena di Verona, anfiteatro romano splendidamente conservato risalente al I secolo d.C., emblema e fulcro della città; Piazza delle Erbe, sede del mercato fin dal XIV secolo, dove tra facciate di vecchie case merlate e palazzi signorili ancora alloggiano colonne, fontane e baldacchini dell’epoca; Piazza dei Signori con il monumento di Dante, la cosiddetta Loggia di Fra Giocondo, la Torre dei Lamberti e il Palazzo del Comune; le Arche Scaligere, straordinario complesso funerario di stile gotico che riunisce tombe e statue equestri a memoria della dinastia di Cangrande; la casa di Giulietta piccolo e suggestivo cortile con il balconcino dove, secondo la leggenda, Giulietta e Romeo si incontravano.
  • In serata arrivo in albergo. Sistemazione, cena e pernottamento.

2° Giorno:

  • Buongiorno e prima colazione.
  • Intera giornata al Parco di Gardaland con pranzo al sacco fornito dall’hotel.
  • In serata rientro in albergo, cena e pernottamento.

3° Giorno:

  • Dopo la prima colazione, partenza per Ferrara, questa città definita la prima città moderna d’Europa per la sua innovatrice urbanistica rinascimentale, deve ancora oggi il suo fascino agli interventi realizzati nei secoli in cui fu la raffinata capitale del Ducato Estense, quando divenne uno dei principali centri della cultura e dell’arte del Rinascimento. Dal ’300 a tutto il ’500, fino a quando gli Estensi dovettero abbandonare Ferrara per Modena, vi accorsero Umanisti, letterati e artisti, da Pisanello a Mantegna, da Piero della Francesca a Leon Battista Alberti. Vi fiorì un’originale scuola pittorica, quella di Cosme’ Tura, del Cossa, del De’ Roberti e dei Dossi, e vi lavorarono architetti come Biagio Rossetti e poeti quali l’Ariosto e il Tasso. Nella visita consigliamo: la Cattedrale, massimo monumento medievale della città; eretta tra il secolo XII e il XIV in forme romanico gotiche; sul fianco destro, occultato nella parte inferiore da un caratteristico porticato a botteghe detto Loggia dei Merciai del secolo XV, si eleva il maestoso, classicheggiante campanile marmoreo (1451-1596), su probabile disegno di Leon Battista Alberti. Nelle vicinanze il Castello Estense che sorge imponente dalle acque del fossato che lo recinge; a pianta quadrata con quattro massicce torri angolari; all’interno si visitano il Salone dei Giochi, la sala dell’Aurora, dove quattro affreschi rappresentano le quattro fasi della giornata, e la Saletta dei Baccanali, tutte decorate con affreschi mitologici e allegorici del XVI secolo, attribuiti a Filippo e Filippino Lippi, e le prigioni sotterranee.
  • 
Sosta per il pranzo al sacco fornito dall’hotel.
  • Nel pomeriggio, proseguimento della visita di Ferrara: Palazzo Schifanoia, costruito nel XIV e XV secolo “Palazzo delle delizie” degli Estensi: pregevoli gli affreschi nel Salone dei Mesi (1467-1470) opera di Francesco Cossa, Ercole de’ Roberti e altri maestri ignoti che vi hanno rappresentato le Allegorie dei Mesi e alcune scene della vita di Borso D’Este. Bellissimo il Palazzo dei Diamanti la cui facciata è formata da 12.500 blocchi di marmo, tagliati a punta di diamante.
  • In serata rientro in albergo, cena e pernottamento.

4° Giorno:

  • Dopo la prima colazione partenza per Sirmione, dimora prediletta del Carducci.
  • Visita alla Rocca del XIII secolo, fatta costruire da Mastino I della Scala a scopo difensivo e che conserva ancora oggi una straordinaria darsena fortificata, alla parte vecchia del paese, tipico borgo gardesano medievale; alle Grotte di Catullo, zona archeologica con resti di una villa romana di età imperiale, ritenuta del celebre poeta.
  • Rientro in albergo per il pranzo.
  • Nel pomeriggio partenza per Roma dove l’arrivo davanti alla scuola è previsto in serata.
Richiedi preventivo

Rimani aggiornato… iscriviti alla nostra newsletter!

Ho letto e accetto le condizioni descritte nell'Informativa sulla Privacy.