Descrizione Progetto

Roma – Venosa – Matera – Metaponto –
Percorso delle Sette Pietre – Salerno – Roma

Programma

1° Giorno:

  • Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e partenza con pullman G.T.
  • Lungo il percorso sosta per il pranzo al sacco a carico dei partecipanti.
  • Arrivo a Venosa e visita guidata della città. L’itinerario nella città di Orazio inizia con la visita al Parco Archeologico, all’Abbazia della Trinità e all’Incompiuta. Il centro storico conserva l’antico impianto stradale, lungo il quale si affacciano numerose fontane monumentali. Il Parco Archeologico presenta il repertorio figurativo dell’architettura classica. Ne danno testimonianza: anfiteatro, domus, decumani, termo romane di epoca imperiale, basilica paleocristiana. La Splendida Civitas Venosinorum è testimoniata dall’Incompiuta, museo a cielo aperto di epigrafia romana. Colta reinterpretazione dei modelli francesi, fonde insieme elementi epigrafici di altre epoche e culture: ebraica, longobarda e normanna. La visita si conclude con la Cattedrale.
  • Nel pomeriggio trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

2° Giorno:

  • Buongiorno e prima colazione.
  • Intera giornata dedicata alla visita guidata di Matera, dal 1993 Patrimonio UNESCO. L’itinerario si svolge negli antichi Rioni Sassi, la sua finalità è mettere in rilievo le differenze nello stile di vita dei “vecchi” e “nuovi” abitanti dei Sassi, partendo dalla storia, dalle tradizioni, usi e costumi. Consigliata la visita alla casa-grotta, tipicamente arredata con oggetti della civiltà contadina e all’incredibile Chiesa rupestre di S. Lucia sopra le Malve.
  • Pranzo al sacco fornito dall’hotel.
  • In serata rientro in hotel, cena e pernottamento.

3° Giorno:

  • Buongiorno e prima colazione.
  • Trasferimento a Metaporto incontro con la guida locale per la visita del Parco Archeologico, del Museo nazionale e del Museo delle Tavole Palatine. Il tutto sorge nella pianura a cui la città stessa dà il nome. Testimonianza del suo passato è l’imponente area sacra compresa nel Parco Archeologico con i resti della polis greca e soprattutto il Tempio extraurbano di Hera, meglio conosciuto con il nome di Tavole Palatine: è il più importante di questi santuari e l’unico rimasto in piedi, con colonnato di tipo dorico, 12 colonne sul lato lungo e 6 su quello corto, realizzato nel tardo VI secolo a.C. e posto in prossimità di una sorgente sacralizzata come era uso nel mondo greco.
  • Rientro in hotel per il pranzo.
  • Nel pomeriggio, partenza per la visita guidata al “Percorso delle sette pietre”, un percorso lungo 2 km che da Pietrapertosa porta a Castelmezzano, recuperando un vecchio tratturo. Si parte da Pietrapertosa a quota 920 metri, si scende fino a 620 metri punto in cui si incontra il torrente Caperrinno e si risale fino a 770 metri. Il percorso è diviso in sette tappe scandite da sette installazioni scultore per godere della suggestione dei paesaggi e delle voci della natura.
  • In serata rientro in hotel, cena e pernottamento.

4° Giorno:

  • Buongiorno e prima colazione.
  • Partenza per Salerno e visita della città che probabilmente nacque come porto preromano, poi romano, di Irna, l’abitato etrusco del VI sec. a. C., dal 197 a. C. è colonia romana e nel 646 fu presa definitivamente dai Longobardi. Raggiunse l’apice sotto Arechi II (758- 774) quando fu sede del principe e, nuovamente, in età normanna, quando fu capitale del dominio normanno del Meridione. Consigliamo, il Castello di Arechi, voluto da Arechi II nell’VIII sec., preoccupato dalle minacce dei Franchi, è situato sull’alto del monte Bonadies, in posizione dominante su tutta la città di Salerno. Nella parte più antica del centro storico di Salerno sorse la reggia di Arechi II oggi Palazzo Fruscione, la chiesa di San Pietro a Corte, con la cappella palatina, Palazzo San Massimo e il grande Duomo di San Matteo.
  • Pranzo al sacco fornito dall’hotel.
  • Al termine, partenza per Roma e rientro davanti alla scuola.
Richiedi preventivo

Rimani aggiornato… iscriviti alla nostra newsletter!

Ho letto e accetto le condizioni descritte nell'Informativa sulla Privacy.