Descrizione Progetto

Roma – Pitigliano – Sorano – Sovana – Vitozza – Roma

Indirizzo archeologico

La presenza della civiltà etrusca nel territorio maremmano rappresenta un momento di grande rilevanza storica, poiché, è grazie agli innumerevoli ritrovamenti archeologici effettuati in questo territorio che oggi noi possiamo affermare di conoscere molti aspetti di questo affascinante e misterioso popolo del passato. L’ambito territoriale maremmano con le sue ottime caratteristiche geologiche e strutturali è stato l’ambiente ideale per la nascita e lo sviluppo dell’“Etnos etrusco” che qui ha trovato terra coltivabile, abbondanza di acqua, ricchezza di metalli nel sottosuolo e quindi un enorme potenziale economico che, saputo sfruttare al meglio, ha reso, per qualche secolo, il popolo etrusco una delle più importanti civiltà del bacino occidentale del Mediterraneo. Le città etrusche che sono sorte in Maremma, diverse per posizione geografica, caratteristiche territoriali e spesso anche per aspetti puramente culturali, sono legate tra loro da un sottilissimo filo conduttore che può essere scoperto e capito soltanto con un’analisi approfondita dei concetti urbanistici che unicamente la ricerca archeologica può dare. L’intento del seguente itinerario è quindi quello di ripercorrere didatticamente i momenti salienti che, partendo dal periodo villanoviano, hanno rappresentato la nascita, lo sviluppo, l’apice e la decadenza della civiltà etrusca, toccando letteralmente con mano queste grandi testimonianze archeologiche e permettendo ai ragazzi di poter valutare loro stessi e trarre le proprie conclusioni in merito ai concetti sociali etruschi.

Programma

1° Giorno:

  • Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola con il nostro operatore didattico che seguirà il gruppo per l’intera durata del viaggio (1 ogni 45/50 alunni) e partenza con pullman GT.
  • Arrivo a Pitigliano, importante città dell’entroterra Maremmano dalle origini antichissime, addirittura villanoviane, prima ancora che etrusche. Florida cittadina etrusca e poi romana, conobbe un nuovo periodo di splendore nel periodo medievale sotto le casate Aldobrandeschi prime e Orsini e fu anche sede di importantissimo insediamento ebraico, tanto da meritare l’appellativo di Piccola Gerusalemme. Durante la visita si vedrà: l’acquedotto mediceo, palazzo Orsini, il Museo Diocesano, il quartiere ebraico con la Sinagoga e la cattedrale di S. Pietro e Paolo.
  • Sosta per il pranzo al sacco a carico dei partecipanti.
  • Nel pomeriggio proseguimento per Sorano. Origine etrusca della cittadina è testimoniata dalla Necropoli di San Rocco, le tombe non hanno mai raggiunto livelli architettonici di particolare pregio. Durante la visita oltre la necropoli non si può dimenticare la Fortezza Orsini, con i suoi sotterranei e le sue postazioni difensive che dimostrano come e perché essa non sia mai stata conquistata. Si prosegue con la Chiesa di S. Niccolò, il masso leopoldino e la porta dei Merli, ingresso del paese più importante.
  • Al termine sistemazione in ottimo hotel di nostro esclusivo utilizzo.
  • Cena, animazione serale e pernottamento.

2° Giorno:

  • Dopo la prima colazione partenza per Sovana e intera giornata dedicata alla visita guidata della città con pranzo al sacco fornito dall’albergo; importante città etrusca già nota intorno al VII secolo a.C., Sovana appartenne per competenze territoriali alla Lucomonia di Vulci e ne seguì le sorti fino alla conquista romana. Dopo alcuni secoli di scarsa rilevanza storica ritornò importante nel medioevo, quando divenne la sede del vasto feudo degli Aldobrandeschi e dette i natali al famoso Ildebrando di Sovana, diventato papa con il nome di Gregorio VII. Nonostante il passare di molti secoli, Sovana mantiene ancora oggi quasi inalterata la sua struttura urbanistica medievale e passeggiando lungo le caratteristiche strade, è possibile visitare: la cattedrale di San Pietro, la chiesa di S.Maria e Piazza del Pretorio.
  • Nel pomeriggio si visiterà la ricchissima necropoli etrusca, dove si trovano tra le più importanti tombe rupestri d’Etruria, scavate direttamente nella viva roccia tufacea, senza aggiunta di materiali costruttivi estranei. Tra queste spicca la monumentale Tomba Ildebranda, unico esempio di tomba “a tempio” ancora esistente.
  • In serata rientro in albergo. Cena, animazione serale e pernottamento.

3° Giorno:

  • Prima colazione in albergo e partenza per Vitozza, antica città di origine etrusca e costituita da una serie di oltre 200 grotte scavate nel tufo che sono state utilizzate dapprima come tombe e successivamente aperte ed utilizzate come abitazioni rupestri fino al medioevo inoltrato. L’aspetto più interessante di questo insediamento e che esso è stato abbandonato dalla popolazione ed è rimasto così fermo nei secoli consentendo oggi di poter valutare in modo chiaro i numerosi aspetti archeologici che in altri luoghi non sono più riscontrabili.
  • Pranzo al sacco fornito dall’hotel.
  • Nel pomeriggio partenza per Roma dove l’arrivo è previsto in serata davanti alla Scuola.

N.B. Operatore didattico a seguito del gruppo, visite e ingressi indicati nel programma, sono inclusi nella quota di partecipazione.

Richiedi preventivo

Rimani aggiornato… iscriviti alla nostra newsletter!

Ho letto e accetto le condizioni descritte nell'Informativa sulla Privacy.