Descrizione Progetto

Roma – Bosco Magnano – Viggianello – Piano Ruggio – Roma

Con i suoi 192.565 ettari, il Parco Nazionale del Pollino è la più grande area protetta d’Italia, tra la Calabria e la Basilicata, capace di offrire i paesaggi più svariati. A est e a ovest l’orizzonte incontra il mare, raggiungibile in breve tempo. Alla solitudine delle cime più alte, dominate dal volo maestoso dell’aquila reale, fa da contrappunto la realtà diffusa del paesaggio antropico: piccolissimi paesi, dove ancora le donne anziane indossano il costume tradizionale, accanto a centri abitati più grandi, punti di riferimento per importanti iniziative culturali di richiamo.

Visitare il Parco Nazionale del Pollino diventa così un’esperienza che mette insieme più ragioni: trovare una natura insolita e per molti aspetti ancora selvaggia, confrontarsi con la cultura, gli usi, il folklore delle genti meridionali, conoscere un’area protetta tesa a valorizzare le proprie risorse e capace di offrire al visitatore innumerevoli possibilità per godere di una vacanza all’insegna della bellezza paesaggistica, del gusto della scoperta, del piacere del tempo ritrovato.

Programma

1° Giorno:

  • Ritrovo dei partecipanti davanti alla scuola e partenza con pullman G.T. Lungo il percorso sosta per il pranzo al sacco a carico dei partecipanti.
  • Arrivo a Bosco Magnano, nel Parco Nazionale del Pollino e incontro con la guida che seguirà il gruppo per l’intera durata del soggiorno. Bosco Magnano, si caratterizza per la dominanza di faggi con mescolanza di cerri e carpini. Il bosco si snoda lungo il tratto del torrente Peschiera, affluente del fiume Frido e biotopo di notevole importanza per la presenza, nelle sue acque, della lontra e di numerose altre specie. Durante l’escursione i ragazzi avranno modo di seguire il percorso natura per i non vedenti.
  • Partenza per Viggianello. Sistemazione in hotel nelle camere riservate e cena.
  • Dopo cena, con la guida, i ragazzi elaboreranno un questionario sul Parco e inizierà un momento di riflessione e discussione. Pernottamento in hotel.

2° Giorno:

  • Prima colazione in hotel. Trasferimento in autobus fino alla località Piano Ruggio (1576 mt.) e inizio escursione guidata. Lungo il percorso, secondo la stagione, si possono osservare fioriture di crocus, asfodeli, narcisi, tracce e tane di animali, gheppi, corvi imperiali, poiane, picchi, tipici fenomeni di carsismo, boschi di faggio e Pini Loricati. Sosta presso La Baita (punto ristoro a mt. 1400) per consumare il pranzo al sacco fornito dall’hotel.
  • Nel pomeriggio si parte in direzione di Rotonda. Visita al Museo di Storia Naturale. All’interno del Museo naturalistico e paleontologico di Rotonda sono esposti i resti restaurati di un esemplare di Elephas Antiquus Italicus, risalenti al Pleistocene medio superiore (400.000 – 700.000 anni fa). Tra i reperti fossili, la mandibola, pressoché completa, di Hippopotamus Antiquus rinvenuta nell’identico sito dell’Elephas e, verosimilmente, vissuto in epoche ancora più remote (Pleistocene medio-inferiore) oltre alle tante altre testimonianze fossili di tipo animale e vegetale, e minerali che testimoniano la storia della zona.
  • Dopo la visita rientro in hotel, cena, attività ludiche e pernottamento.

3° Giorno:

  • Dopo la colazione i ragazzi visiteranno il centro storico di Viggianello.
  • Successivamente la guida accompagnerà i ragazzi a visitare l’area faunistica del Cervo. Il sentiero si snoda tra vegetazioni miste e casotti di osservazione. Lungo il percorso ci si soffermerà ad osservare la valle del Mercure e il suo bacino lacustre.
  • Rientro in hotel per il pranzo.
  • Al termine partenza per Roma dove l’arrivo è previsto in serata davanti alla Scuola.

N.B. La quota comprende tutte le visite guidate e le attività di animazione inserite nel programma di viaggio.
In loco sarà consegnato materiale relativo al Parco del Pollino e schede didattiche.

RICHIEDI PREVENTIVO

Rimani aggiornato… iscriviti alla nostra newsletter!

Ho letto e accetto le condizioni descritte nell'Informativa sulla Privacy.